18/07/2018
SPORTELLO AFFIDO LAZIO
NASCE UNO SPORTELLO AFFIDO PER DARE ASCOLTO ALL’ACCOGLIENZA
APERITIVO SOLIDALE – Per una volta bere fa (il) bene ad un bambino!
Roma – Mercoledì 18 Luglio 19.00-22.00
Mercoledi 18 Luglio (ore 19-22) il Centro Ascolto Minori e Famiglia della Giovanna d’Arco Onlus, in via Rasella 150 Roma, ha organizzato un Aperitivo Solidale per festeggiare l’apertura dello SPORTELLO AFFIDO LAZIO firmato M’aMa-Dalla Parte dei Bambini perchè “solo ascoltando il disagio si può prevenire l’abuso” ha spiegato Maria Pia Capozza, Fondatrice della Giovanna d’Arco ONLUS.
L’associazione M’aMa (anche nota come rete delle Mammematte, attiva su territorio nazionale attraverso l’affido e l’adozione di minori con particolare attenzione ai bambini con bisogni speciali) insieme con la Giovanna d’Arco Onlus impegnata dal 2001 nella tutela dei minori senza distinzione di razza, religione, cultura, ha raccolto la richiesta territoriale di creare un punto di condivisione e informazione dove le famiglie e i single interessati possano ricevere tutte le prime informazioni sull’affidamento familiare e sulle diverse forme di accoglienza a bambini e famiglie in difficoltà.
L’equipe dello Sportello Affido si propone di fornire le prime informazioni utili sull’ affidamento familiare ed inviare gli interessati agli enti competenti per la formazione.
“Lo Sportello Affido -spiega più nel dettaglio Karin Falconi vicepresidente M’aMa- offrirà una reperibilità h24, sette giorni su sette, in linea con l’ascolto che da sempre diamo noi MammeMatte alle famiglie e ai minori in difficoltà. Lo Sportello nasce per essere un punto di riferimento locale di diffusione della cultura dell’accoglienza perché tutti, single e coppie (sposate o conviventi), siano messi a conoscenza della reale possibilità di accogliere un minore, scoprano come diventare genitore affidatario o adottivo di un bambino (anche) con bisogni speciali”.
Proprio questa continuità e apertura all’ascolto al disagio è stato il filo conduttore che ha unito la Giovanna d’Arco e M’aMa in questo progetto che prevede l’apertura di prossimi Sportelli anche in regioni come la Calabria, Toscana, Umbria:
“In tutti questi anni di esperienza di tutela ai minori, ci siamo resi conto che il vero supporto è la capacità di amare il prossimo e di entrare in empatia con l’altro e con il suo disagio, per questo nel nostro Centro Ascolto i cui operatori sono raggiungibili sette giorni su sette, non poteva mancare uno Sportello dedicato interamente all’affido quale uno tra gli atti d’amore più completi e complessi”, ha concluso la fondatrice Capozza.
Il ricavato della serata sarà interamente devoluto ai progetti sull’Affidamento etero familiare in cui sono impegnate le due associazioni.
831403